Isteroscopia. 

 

       L’isteroscopia ambulatoriale  permette di riconoscere le principali patologie responsabili delle seguenti situazioni cliniche:

Indicazioni:

Ø Sanguinamento uterino anomalo (AUB)

Può essere causato da:

- polipi endometriali e del canale cervicale -miomi -disordini endocrini -iperplasia endometriale -neoplasie endometriali

Ø Sterilità ed Infertilità

 

       Le principali condizioni cliniche che non possono prescindere da una valutazione cervico-uterina isteroscopica sono:

- Sterilità primitiva
- Sterilità secondaria
- Abortività ripetuta (Infertilità)
- Pazienti candidate a tecniche di Fecondazione Assistita

 

Ø Precisazione Ecografica
Ø Dismorfismi uterini
Ø Terapia con tamoxifene
Ø Neoplasia endometriale (stadiazione pre-operatoria)
Ø IUD trattenuto (“lost IUD”)

 

      Spesso l' isteroscopia diagnostica può essere eseguita a livello ambulatoriale, non essendo necessaria l' anestesia. 

      Dopo aver visualizzato il collo con speculum o valve vaginali, si procede alla disinfezione della vagina. Quindi si introduce l' estremità dell'isteroscopio nel canale cervicale e gradatamente lo si sospinge nella cavità uterina, avvalendosi dell' azione della soluzione fisiologica nella cavità uterina . In tal modo il canale cervicale e la cavità uterina si distendono agevolando la progressione dello strumento e al tempo stesso consentendo la visualizzazione delle loro pareti. Giunti in cavità uterina, se ne osservano le pareti (con delicati movimenti che variano l' orientamento dello strumento), si valuta l' aspetto dell' endometrio, degli osti tubarici; si osserva inoltre l' eventuale presenza di eventuali formazioni che sporgono nella cavita uterina: polipi, miomi, setti. L' esame si conclude retraendo l' isteroscopio e nel contempo osservando l' istmo (punto di passaggio tra la cavità uterina e il canale cervicale) e il canale. Dopo questa fase di osservazione, può essere necessario effettuare una biopsia dell' endometrio, facendo un prelievo di frammenti di esso con opportuni strumenti chirurgici appositamente predisposti (curette o cannula di Novak). Dell' esame è possibile ovviamente produrre una documentazione mediante un sistema di videoregistrazione o mediante istantanee fotografiche di immagini significative.

      Qualora si evidenziasse una patologia da trattare con isteroscopia operativa, si dovrà programmare un intervento in sedazione utilizzando il resettoscopio o l'isteroscopio operativo
      La chirurgia isteroscopica è una chirurgia altamente tecnologica e minimamente invasiva che consente altresì un efficace trattamento di numerose patologie ginecologiche.

 

News

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Foto ringiovanimento vaginale

11-09-2013

Le nuove tecnologie, soprattutto laser, permettono oggi con trattamenti miniinvasivi, la chirurgia ricostruttiva intima femminile, il rimodellamento dei genitali, il...

Read more

La frammentazione del DNA sper…

03-07-2013

Il materiale genetico, o D.N.A., presente all'interno degli spermatozoi  può presentare delle rotture o delle lesioni. Il test di valutazione dell’indice...

Read more

Nuova tecnica per la ICSI

03-07-2013

Di recente è stata sviluppata una nuova tecnica nel campo della fecondazione in vitro (FIV) che è complementare alla classica...

Read more

La proteina "cicogna…

02-07-2013

Scoperta proteina 'cicogna', cruciale per gravidanza Roma, 1 lug. (Adnkronos Salute) -  Già presente nel fegato, ora si è scoperto che...

Read more

Sede

Dott. Antonio Castelli - Via Libertà 195 - 90144 Palermo

 

DOCVADIS        Medicitalia

Copyright Antonio Castelli 2013